Search  
 Diario di viaggio Riduci

ANNO DEL SIGNORE 2010: SABATO 9 E DOMENICA 10 OTTOBRE

Sabato la fortuna ci assiste e dopo un iniziale risveglio ad Orense sotto la pioggia, il tempo cambia e dopo pochi Km. esce un bel sole che ci accompagnerà per tutto il giorno. Affrontiamo da subito un percorso che sappiamo difficile come fondo e estremamente ondulato. Non essendo in grado di prevedere la media di cui saremo capaci prevediamo due alternative di tappa: una di circa 50 km ed una di circa 70. Avendo iniziato a pedalare verso le 11 , a causa della necessità di conseguire i timbri per le credenziali e dopo aver percorso 30 Km in oltre 3,5 ore ci convinciamo che la soluzione più corta è l'unica praticabile. Concludiamo pertanto la tappa dopo 53 Km e circa 1260 mt. di dislivello e verso le 20 di sera arriviamo a circa 60 km da Santiago sulla via Sanabrese.
Ci spostiamo a circa 22 km da Santiago sul Cammino "Francese" nel paesino di Pedrouso da dove la domenica mattina giungiamo a Santiago verso le 10,30. Troviamo una città letteralmente invasa dai pellegrini, non riusciamo a capire se per la ricorrenza di una festa locale o perchè nel 2010 ricorra l'anniversario dell'anno Iacobeo.
Concludiamo così dopo 907 km. e  10300 mt di dislivello in 9,5 giorni il nostro viaggio. Non lo diciamo per quelli che ci hanno accompagnato nel precedente viaggio, ma sicuramente la "via della Plata" ha confermato di essere dal punto di vista paesaggistico certamente la più affascinante.
Vogliamo chiudere con un ringraziamento sentito a Michele il nostro "driver" che ci ha permesso di compiere questa bellissima esperienza.
ciao a tutti
Drink, K2 e Bussola

 

 

 

 

 

ANNO DEL SIGNORE 2010: VENERDI' 8 OTTOBRE

Come anticipato ieri abbiamo fatto un breve trasferimeno di 40 km circa da Puebla de Sanabria a Gudina. Di qui sotto una pioggia battente, ma soprattutto un vento incessante siamo saliti sulla parte più alta del percorso Sanabrese. La zona è splendida e meritava una giornata migliore. La tappa per me (Drink) è risultata la più dura e naturalmente per Piero.... la più bella! Siamo arrivati alle 8,30 di sera a Xunqueira de Ambia avendo percorso da Gudina 75 km e 1400 mt. di dislivello. Di qui come programmato ieri siamo andati a dormire ad Orense con un ulteriore trasferimento di circa 19 km.
Questo ci permetterà sabato, (speriamo, visto che è prevista nuovamente pioggia) di compiere altri 70 km circa e di giungere a Silleda che è circa a 40 km da Santiago.
IL balzo finale lo compiremo domenica ma spostandoci questa sera sul cammino "Frances" che si trova circa 40 km più a nord. Questo sia per andare a dormire vicino all'aeroporto per la partenza di lunedì mattina sia perchè vogliamo tornare a dormire nel posto dei viaggi precedenti.

 

 

ANNO DEL SIGNORE 2010: GIOVEDI' 7 OTTOBRE

Abbiamo stravolto il programma iniziale che prevedeva di seguire la via della Plata sino ad Astorga Ricongiungendosi al tracciato classico "Frances". E di questo avevamo programmato solo 2 tappe per arrivare sabato a Santiago con un trasferimento intermedio di 150 km.
Giunti a Granja de Moreruela (mercoledì) invece di proseguire per Astorga abbiamo piegato per il tracciato Sanabrense che arriva a Santiago in 380 km circa.
Con la tappa di ieri che ci ha portato a Puebla de Sanabria pur avendo percorso quasi 130 km ce ne  mancano ancora oltre 250 km e anche se rinunciamo a Finisterre programmando l'arrivo a Santiago per domenica il percorso non ci permette due tappe di oltre 90 km.
Pensiamo pertanto di fare oggi un trasferimento di circa 60 km per avere due tappe da circa 80 km e lasciarne una 30 per l'arrivo domenica in tempo per la messa delle 11.
Inoltre è prevista pioggia per oggi e domani e quindi è da veder cosa riusciremo a fare.

 

ANNO DEL SIGNORE 2010: MARTEDI' 5, MERCOLEDI' 6 E GIOVEDI' 7 OTTOBRE

5a Tappa: da Aldevuela del Camino a Salamanca. E' una tappa breve solo 96 km e 600 mt. di dislivello. Arriviamo presto per poter visitare la città, magnifica e piena di universitari.
Il mattino successivo partiamo per la 6a tappa: da Salamanca a Granja de Monruela. Arriviamo alle 8 di sera con tempo che minaccia pioggia dopo 102 km e 700 mt. di dislivello. Dormiamo in una casa rurale solo per noi e andiamo in un ristorante dove mangiamo una magnifica grigliata di carne.
Stamani partiamo all'alba (alle 9) per la 7a tappa, perchè la tappa è pesante: arriviamo stasera alle 20,30 dopo 8 ore esatte di sella , 128 km e 1200 m. di dislivello.
Siamo piuttosto provati perchè dopo sette giorni abbiamo percorso 760 km e circa 7800 mt. di dislivello.

 

 

 

 

 

 

 

ANNO DEL SIGNORE 2010: LUNEDI' 4 OTTOBRE

Partiti ore 10.00 da Caceres, 16° gradi, paesaggi meravigliosi arrivati alle 21 dopo 7 ore e 54 minuti di sella, 130 km e 1200 m. di dslivello a Aldevuela del Camino. Piuttosto provati!

 

 

 
ANNO DEL SIGNORE 2010: DOMENICA 3 OTTOBRE

Comincia male la mattinata, inizia a piovere e abbiamo dubbi se partire, verso le 10 smette e partiamo di carriera.
Rimane nuvoloso e qui e là durante il giorno prendiamo qualche goccia ma niente di serio. Al km 100 in un paesino di nome Casas de Antonio a 28 km dall'arrivo viene giù il mondo, raffiche di vento e pioggia. Ripariamo in un bar e ci facciamo recuperare dal pulmino. Chiudiamo la Villafranca de Barros Casas de Antonio con 100 Km e 950 mt. dislivello.
Dormiamo a Caceres e oggi ci aspettano almeno 130 km sino ad Aldenueva del Camino.

 

ANNO DEL SIGNORE 2010: VENERDI' 1 E SABATO 2 OTTOBRE

Siamo arrivati venerdi e direttamente nel parcheggio ci siamo cambiati. Prima pedalata fino a Sevilla, visita alla cattedrale e timbro sulle "credenziali di viaggio", uscita da Sevilla bruttina, poi paesaggio magnifico , fondo a tratti duretto e strappo finale di 1 km chiamato "Cherro del Cavario" con tratti del 19 % e medio del 15.
Abbiamo concluso da Sevilla ad Almaden de La Plata con 93 km e 1200 m. di dislivello alle 19,30 circa.
Arrivati mi sono accorto di aver perso il mobile e così ieri mattina abbiamo perso circa 2 ore per ritornare a cercarlo in vetta al "Cherro " dove ricordavo di essermi tolto l'ultima volta lo zaino.
Fortuna ha voluto che lo trovassimo, partiti purtroppo alle 10,50 da Amaden, tappa stupenda in mezzo a foreste di querce da sughero, veramente bellissima per tutto il giorno.
Per recuperare il tempo perduto : clima da "gara", siamo arrivati alle 19,45 a Villafranca del Barroso dopo 111 km e 1450 mt di dislivello, anche ieri un tratto di 1,5 Km con 21 % di pendenza massima.
Per festeggiare telefonino ritrovato, ieri sera a cena "Moet et Chandon"

 


 Stampa   
Home:Chi Siamo:Foto Gallery:Il Team:Spazio SkiAlp
Copyright (c) SauzeMTB Condizioni d'Uso Dichiarazione per la Privacy